Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network.
Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Ulteriori informazioni.

In occasione della giornata della memoria, al Palazzetto di Ozegna, le classi 4^ e 5^ della scuola primaria dell’istituto comprensivo di San Giorgio, hanno incontrato l’associazione La Memoria Viva nel 75° anniversario della liberazione di Auschwitz.

Dopo il saluto iniziale del sindaco di Ozegna Sergio Bartoli, l'evento è stato condotto dal giornalista Elso Merlo. Un vero e proprio “viaggio nella memoria” per i 120 alunni presenti all'evento,chiamati a riflettere sulla storia di ieri e di oggi attraverso video,testimonianze ,esercizi di memoria contemporanea su fatti e abitudini che li riguardano invitandoli a diventare operatori di pace consapevoli che l'odio è uno dei peggiori sentimenti che l'uomo può provare verso i suoi simili, un sentimento distruttivo, con il quale non si risolve mai alcuna questione, ma si sviluppano reazioni sproporzionate di vendetta e aggressività.
Oggi 30 gennaio 2020,Diego e Lorenzo,due studenti delle classi 5^ che hanno partecipato al “viaggio nella memoria” a Cracovia , hanno depositato sul monumento dell'olocausto di Auschwitz - Birkenau la valigetta contenente una poesia scritta dagli alunni della classe 5^ della primaria G. Mattè Trucco di Ozegna e alcune regole valide per ogni tempo.
Un'esperienza straordinaria che rimarrà di sicuro impressa nella “memoria” di alunni e docenti.