Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network.
Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Ulteriori informazioni.

CENTRO STUDI CULTURA E SOCIETA' - PREMIO PIEMONTE LETTERATURA 2019 -xxvi edizione-Torino 11 maggio 2019
CLASSE IV PRIMARIA TRUCCO -secondo premio assoluto per l'opera "LA CHIESA DI SAN BESSO A OZEGNA"


Gli alunni della classe 4 della scuola primaria di Ozegna hanno ricevuto il premio per il testo poetico “la chiesa di San Besso a Ozegna”. L'iniziativa nasce da un progetto di lettura legato al territorio coordinato dal maestro Enzo Morozzo, collega in pensione che ogni anno si occupa di tale progetto in collaborazione con la biblioteca comunale e la pro loco di Ozegna.

Quest'anno i bambini della classe 4 sono stati a incuriositi dalla leggenda legata alla chiesa di San Besso che si intravede dalla finestra della loro classe,così dopo momenti di letture, ricerca,
musiche legate al periodo e descrizione in loco sono arrivati alla produzione di un testo poetico. La poesia è stata poi inviata al centro studi cultura e società per concorrere al Premio Piemonte Letteratura 2019.
E' stata un'esperienza straordinaria e di grande motivazione per alunni e insegnanti. Di seguito testo poetico, motivazione della giuria e foto.

La chiesa di San Besso a Ozegna

In mezzo alla neve,
l’antica chiesetta
del vecchio paese,
che ormai non c’è più,
sta sola e isolata,
nei deboli raggi
che un pallido sole
invia quaggiù.
I muri scrostati,
assai malandati.
ci fanno pensare
a soldati feriti.
Ricordan San Besso,
soldato romano,
ucciso per esser
fedele cristiano.
Un tempo, il suo corpo
era qui conservato
ma re Arduino
a Ivrea l’ha portato.
Seguendo il sentiero
di neve ammantato,
la mente ripensa
ad un tempo passato,
e par di sentire
i suoni e le voci
del vecchio villaggio
del tempo che fu.
Ormai c’è silenzio.
Lontano si sente
un cane che abbaia,
un corvo che gracchia
e poi …. niente più.


MOTIVAZIONE DELLA GIURIA
Una poesia può essere anche l'occasione per non dimenticare il sacrificio antico di chi non volle piegarsi a facili spergiuri. Così, nei semplici e sinceri versi dei ragazzi di Ozegna rivive la figura di
San Besso. Perchè poesia è anche e soprattutto ricordo, amore per le nostre radici ed il nostro territorio.                                                                                     (Alessandro BERTOLINO)

Insegnante: Giusy CAMBARERI; -

Autori del testo: Diego BARTOLI; Alessandro CAMPISI: Giada CASAGRANDE; Federico DELAURENTI; Enrico FERRARO; Camilla GAETANO; Sara MILANO; Emanuele NIGRA; Ginevra OBERT;
Federico PASSIONE; Lucia RUBBIANI; Simone VERRETTO PERUSSONO; Sabrina ZORZAN.